Elettronica – Audio HIFI

dal 1978 a Vittoria RG

Lista nozze hifi #altafedeltà

#Altafedeltà è il nostro nuovo servizio dedicato agli sposi e alle loro liste nozze.

Affidati a noi per realizzare la tua lista nozze dedicata al multimedia, all’home cinema o all’hifi.

Scegliere tra centinai di soluzioni sarà molto semplice, grazie al nostro catalogo e ai nostri consigli, otterrete l’impianto audio/video che avete sempre desiderato.

 

9
3
4
Sistema hifi
8
7
5
6
#altafedeltà
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

 

Anche il sistema hifi è un complemento d’arredo, e come tale deve essere adeguato al design della vostra abitazione. Scegliere le finiture e il prodotto giusto vi garantirà un risultato ottimale e di gran effetto, sia estetico che acustico.

Altro importante fattore da non sottovalutare, la corretta installazione dell’impianto. Tra i nostri servizi offerti agli sposi, abbiamo anche inserito l’installazione  e la configurazione del vostro impianto hifi o del vostro home cinema. Per la vostra lista nozze non lasciate nulla al caso, affidatevi a noi, realizzeremo il vostro impianto audio dei sogni.

Diffusori, Giradischi, mobili hifi, questi sono solo alcuni dei prodotti che potete scegliere per la vostra lista; Un catalogo ricco di finiture e decine di combinazioni vi permetteranno di scegliere il design unico e invidiabile del vostro impianto home audio.

Inoltre scegliendo i prodotti da mettere in lista semplificherete la vita ai vostri invitati che non dovranno pensare a nulla, godetevi il vostro matrimonio, all’audio ci pensiamo noi!

Per informazioni, puoi contattarci telefonicamente +39 0932 981519, via email info@electrosoundmangione.it oppure potete venire a trovarci in Via Cavour 338A. Vi aspettiamo! #altafedeltà

Saldatore a stagno quale acquistare

Saldatore a stagno! Quale scegliere?

Il saldatore a stagno, strumento indispensabile per ogni appassionato, professionista e hobbysta di elettronica, ne esistono decine se non centinaia di modelli in commercio ma quasi sempre ci si confonde sull’acquisto di quello o dell’altro modello. In questo articolo vogliamo illustrarti le caratteristiche dei principali modelli proposti nel nostro shop on line che puoi trovare al seguente indirizzo – Saldatori a stagno e accessori.

La regola

La prima regola da tenere in considerazione quando si acquista un saldatore a stagno o una stazione saldante è senza dubbio la facilità nel reperire i ricambi. Punte per saldatore a stagno di varie misure e dimensioni, stilo di ricambio per stazioni saldanti, pistole di ricambio per dissaldanti e qualsiasi altro accessorio deve essere facilmente reperibile. Ricambi e accessori per i nostri saldatori a stagno sono quasi sempre disponibili per garantirvi un utilizzo continuo dello stesso.

Il saldatore per iniziare

Tra le soluzioni migliori per iniziare a saldare a stagno segnaliamo il saldatore più amato e più richiesto dai nostri clienti, il mitico

saldatore a stagno rapido MKC WS200N

WS200N della MKC saldatore a stagno robusto e dalle buone prestazioni, rapporto qualità prezzo ineguagliabile. A meno di 5€ è possibile acquistare un prodotto affidabile che vi permetterà di lavorare in maniera rapida.

Altra soluzione potrebbe essere l’MKC723 saldatore a stagno rapido a forma di pistola con potenza variabile 25/130W. Se poi vi manca proprio tutto e volete acquistare un kit completo di saldatore a stagno, stagno, porta saldatore, punta di ricambio e pasta salda allora l’hobby kit  per saldatura WS920A MKC è la giusta scelta.

Per saldature grossolane e difficoltose uno stilo dissaldante da 100W è quello che ti ci vuole per portare a termine il tuo lavoro, dai un occhiata al DM-401

Stazione saldante SI o NO?

La stazione saldante, elemento indispensabile per allestire un laboratorio di elettronica, se utilizzi prevalentemente il saldatore in casa e non hai bisogno di portabilità una piccola/media stazione saldante è proprio quello di cui hai bisogno. Grazie alla possibilità di gestione delle temperatura le stazioni dissaldanti permettono saldature a temperature variabili. Ne esistono di economiche e di ultra professionali.stazione saldante lead free mkc-8916 Tra i modelli più economici ma non di bassa qualità segnaliamo la WS98 MKC ottima stazione saldante low cost, consigliata agli amatori che fanno saldature standard ma che cercano un certo target qualitativo. Per i professionisti, elettrauti, installatori, elettricisti consigliamo due stazioni saldati digitali dal rapporto qualità prezzo imbattibile, WS931 MKC e WS937 MKC.

Se cerchi una stazione LEAD FREE saldante e dissaldante per saldature a stagno su cellulari o schede in SMD allora le nuovissime MKC-8913 ed MKC-8915 sono proprio quello che ti serve.

Perché non riesco a saldare?

“Ho comprato il saldatore nuovo ma non riesco a saldare”, “lo stagno cade, non si attacca e fa i pallini”, “mi serve la pasta salda?”.

Queste sono alcune tra le più comuni domande che puntualmente mi ritrovo ad ascoltare, purtroppo non è solo un buon saldatore che può fare la differenza nella saldatura, anche lo stagno e la pulizia della punta incidono tantissimo. Acquistare stagno e prodotti di qualità per le tue saldature dovrebbe essere buona norma, sia per un discorso di salute, i fumi degli stagni sono tossici, che per un discorso prettamente qualitativo. Utilizzare stagno di bassa qualità potrebbe farvi imbattere nel fenomeno delle saldature fredde e dei falsi contatti.

 

Conclusioni

Scegli un buon saldatore a stagno, se hai la possibilità spendi qualcosina in più e corredalo degli accessori giusti per le tue esigenze. Un detto siciliano dice “i stigghi fanu u mastru” (gli attrezzi fanno il professionista), affidarsi a prodotti di buona qualità si rivela sempre la scelta giusta.

Se ti è piaciuto l’articolo puoi commentarlo e/o condividerlo. Grazie per la lettura.

Il nuovo portale della filodiffusione

impiantofilodiffusione.it è il nuovo portale della filodiffusione

impiantofilodiffusione.it - home page

impiantofilodiffusione.it – home page

è questo il nome del nuovo negozio online dedicato al mondo della filodiffusione; Il portale, di nostra proprietà, nasce per fornire un assistenza alla vendita e all’istallazione sul mondo della filodiffusione.

Su impiantofilodiffusione.it, il nuovo portale della filodiffusione, potrai trovare tantissime soluzioni per la tua diffusione musicale, chiedere supporto e/o assistenza all’installazione del tuo impianto, trovare guide e aggiornamenti relativi al mondo della musica e alla sua diffusione.

Lo store è diviso infatti in due sezioni, una prima sezione dedicata alla vendita di Amplificatori, Diffusori, Kit di filodiffusione, Microfoni, Cavi audio e Accessori e un’altra sezione Blog ricca di notizie e guide che ti aiuteranno a saperne di più sul mondo della filodiffusione.

Acquista impianto audio di filodiffusione, amplificatori audio e diffusori su impiantofilodiffusione.it

impiantofilodiffusione.it – shop page

Una nuova possibilità che abbiamo implementato in questi anni e che continueremo a migliorare è la realizzazione di impianti di filodiffusione ad-hoc, su misura.

Molte volte la realizzazione di un sistema di filodiffusione musicale non risulta tanto semplice, proprio per questo inviando una mail all’indirizzo domande@impiantofilodiffusione.it con allegato foto o planimetria dei tuoi ambienti, provvederemo alla progettazione del tuo impianto di filodiffusione in base alle esigenze dell’ambiente in cui esso verrà collocato.

L’impegno e l’esperienza acquisita in più di quarant’anni fanno di impiantofilodiffusione.it un portale ricco di contenuti e prodotti all’avanguardia, validi, garantiti e sempre aggiornati. Dall’idea di creare un pacchetto completo per gli utenti che si accingono all’acquisto di un impianto di filodiffusione, sono nati i nostri Kit di filodiffusione, completi di tutto e pronti per essere installati. Ogni Kit viene fornito di istruzioni per l’installazione in modo da rendere molto semplice la messa in funzione dell’impianto. Scegli tra Kit ROCK, Kit POP, Kit DISCO e tanti altri, il sistema per la tua filodiffusione già pronto a suonare la tua musica.

Kit impianti audio filodiffusione

Filodiffusione, l’Impianto per la tua attività commerciale

Allestire un negozio un bar o un’attività commerciale non è un gioco da ragazzi, bisogna tenere in considerazione l’illuminazione, la sicurezza ma anche e sopratutto il corretto impianto di filodiffusione . Scopri con quali prodotti realizzare un impianto di filodiffusione a norma per  la vostra attività commerciale, sia essa un negozio, un bar, un ristorante o un piccolo negozio di caramelle.

(altro…)

L’ADSL senza fili di Arpanet

logotypeArpanet, l’ADSL senza fili a Vittoria

Oggigiorno sono miriadi le possibilità per poter fruire dei servizi internet, contratti di reti ADSL ce ne stanno proprio tanti; Con canone e senza canone, con le chiamate incluse o meno, con servizio o disservizio,  con poco zucchero e tanto sale e così via. L’aumentare della richiesta di linee telematiche per fruire di internet e di tutti i servizi ad esso associati a fatto si che negli ultimi anni siano entrati nel mercato delle telecomunicazioni ache nuove realtà,  piccoli o medi fornitori di servizi ADSL, radicati nei territori di province e comuni, un esempio di queste realtà sul nostro territorio (Vittoria – Acate – Comiso e frazioni limitrofe) è Arpanet telecomunicazioni. Nuova realtà nata ad Acate (RG), si propone da subito come nuovo servizio per connettersi senza fili alla velocità di una classica ADSL via cavo. Dal momento in cui vi scrivo esistono due tipologie di contratti consumer, la BASIC da 7Mbps e la ULTTRA da 20Mbps o la possibilità di personalizzare la propria fornitura ADSL con Arpanet telecomunicazioni.

Deciso a cambiare servizio ADSL mi sono convinto a provare il servizio offerto da Arpanet attivando un contratto flat a 7 Mbps attualmente in promozione a € 15.00 al mese. Il servizio mi ha da subito attratto, in primo luogo per il prezzo, ma anche perché non prevede nessun obbligo di linea fissa e nessun canone da parte del cliente, inoltre abbandonare la signora Telecom era ormai divenuta una necessità, contratti dai prezzi troppo elevati per uno come me che utilizza l’ADSL a casa soltanto la sera e che non fa uso di telefono fisso in casa, pagare 49,00€ al mese era veramente diventato disumano.

12832411_768165659950201_1454544686871617467_nPrenotarsi per l’attivazione e la prima installazione è stato veramente semplice, chiamando il numero verde 800 166 309 mi sono prenotato e a distanza di 3 giorni lavorativi la mia ADSL è stata subito attivata; Infatti non appena i tecnici hanno finito di installare l’antenna e posizionare il router, dopo una breve verifica di copertura e taratura dell’antenna il servizio era pronto per essere utilizzato. Il puntamento dell’antenna, a detta dei tecnici, è avvenuto in maniera ottimale in quanto la zona di casa mia è pienamente coperta dal segnale Arpanet.

Il primo test di velocità della connessione parla chiaro, 7.98Mbps in download e 1,97Mbps in upload con un ping di 1 millisecondo, la mia prima reazione è stata: “niente male per un ADSL senza fili a 15 euro al mese”, ma il test della rete era appena iniziato.

Navigazione generale

Le prestazioni generali del servizio sono da considerarsi veramente ottime, fluida la navigazione sia da PC che da Smartphone, il caricamento delle pagine avviene in pochissimi secondi anche in pagine dall’elevata quantità di dati come Facebook o YouTube. Formidabile oltretutto la stabilità del segnale, sia in condizioni impervie (vento a 55Km/h, pioggia e temporali), che in condizioni ottimali con elevate temperature (25°/30° centigradi). VOTO 4/5

Visione di film in Streaming e YouTube

Uno di quei test che mi ha lasciato pienamente soddisfatto è stata la visione dei video YouTube in full HD tutta d’un fiato, come se fossi attaccato alla mia alice Business da 20Mbps; Cerchi il video, vai di play e nulla si ferma, nessun rallentamento nel caricamento del video, MERAVIGLIOSO.

Non sono mai stato un amante di film in streaming, al dire il vero odio vedere film in streaming, sia per una questione di qualità audio/video che per una questione di “inceppamenti” durante la visione, ma ho comunque avuto modo di testare l’ADSL Arpanet anche con quest’ultimo servizio. Leggeri rallentamenti si sono verificati solamente all’inizio della riproduzione, dopo circa 10/15 secondi il film ha iniziato la sua riproduzione in maniera fluida e senza batter ciglio. VOTO 5/5

Download e Upload di file

Ho provato a scaricare e uplodare file di grandi dimensioni (file ISO da 3/5 GB), mentre la velocità di Download è arrivata a toccare 1.1Mbps, quasi dimenticavo di stare su un’ADSL senza fili, Uplodando un file .iso da 3.43GB su un server remoto via client FTP siamo andati lisci come l’olio, in circa 16 minuti l’operazione era già stata eseguita, con una velocità che ha toccato picchi di 0,890Mbps. VOTO 5/5

Impressioni generali

Considerando i costi di prima installazione (100 € tra antenna, cavo e router) e l’anticipo di due mesi di navigazione (30€ per i primi due mesi) l’ADSL di Arpanet si è rilevata una soluzione veramente valida per avere connessione internet in casa spendendo veramente poco senza pagare canone e senza limiti di tempo. La consiglio a tutti quelli che hanno necessità di una linea ADSL low cost, facile da installare e affidabile a Vittoria e nelle zone di copertura de servizio, che a quanto dicono dovrebbe coprire pienamente il territorio di ACATE e VITTORIA.

Arpanet Telecomunicazioni si trova ad ACATE in Corso Indipendenza, 119 – Numero Verde 800 166 309 – info@arpanetitalia.com – arpanetitalia.com

Arpanet ADSL a 15€ al mese

 

Android Auto – Integrazione smartphone auto by Google

Dopo essere entrato nelle nostre case (attraverso il computer) e nelle nostre tasche (grazie agli smartphone), ora Google punta a diventare una presenza costante anche nelle nostre macchine. Il nuovo campo di battaglia dei colossi dell’elettronica, infatti, sembra spostarsi verso i sistemi di integrazione degli smartphone in auto, come dimostrano la presentazione, mercoledì scorso alla conferenza degli sviluppatori Google I/O a San Francisco, di Android Auto. Che è la risposta open source alla piattaforma CarPlay di Apple, annunciata lo scorso marzo al Salone di Ginevra. In entrambi i casi, si tratta di sistemi che permettono di usare cellulare e tablet attraverso i comandi e lo schermo tattile dell’automobile, per mandare messaggi, leggere mail, consultare le mappe o ascoltare musica in streaming.

Obiettivo? Migliorare la sicurezza in auto: maneggiare il telefono è pericolosissimo, oltre che vietato dal Codice della strada. E se è vero, come si legge sul blog di Google, che “la maggior parte delle persone controlla il cellulare più di 150 volte in un giorno”, e che “molti di noi vogliono essere connessi anche quando guidano”, ben vengano sistemi efficaci, chiari, gestibili tramite comandi vocali per restare connessi alla Rete senza distogliere lo sguardo dalla strada. Beninteso, di sistemi per utilizzare i cellulari in auto ne esistono già, ma rispetto a Mirror Link o ad altre piattaforme disponibili sul mercato, i nuovi sistemi Apple e Google promettono un’interazione migliore fra macchina e dispositivi mobili, poiché disegnati appositamente per il relativo sistema operativo. Rispetto alla piattaforma CarPlay, che come da filosofia Apple è un sistema chiuso e oggi funziona solo con gli iPhone 5, 5S e 5C, il sistema di Google ha il vantaggio di sfruttare il sistema operativo per dispositivi mobili più diffuso al mondo, di essere personalizzabile e aperto a tutti i produttori di smartphone e tablet e a tutti gli sviluppatori di applicazioni.

Secondo quanto dichiarato dal direttore tecnico di Android Patrick Brady durante la conferenza di presentazione, Android Auto è un’interfaccia ottimizzata per la guida che sfrutta alcune delle applicazioni presenti sul cellulare, il che permette al sistema di aggiornarsi ogni volta che si aggiorna (o si cambia) il telefono. Nella speranza che la piattaforma installata in auto nel 2014 sia in grado di dialogare con gli smartphone che utilizzeremo fra otto o dieci anni…

googleio_2014_823

Per allargare al massimo il bacino dei suoi utenti, intanto, Google ha fondato la “Open Automotive Alliance”, che riunisce decine di aziende automobilistiche e tecnologiche fra cui i gruppi Fiat-Chrysler (con i marchi Fiat, Abarth, Alfa Romeo, Maserati, Jeep, Chrysler, Dodge, Ram),Volkswagen (Audi, Volkswagen, Seat, Skoda), General Motors (Chevrolet, Opel), e poi Honda,Mazda, Suzuki, Renault, Nissan e Volvo. Anche Apple ha già raccolto le adesioni di diversi marchi al suo CarPlay (nella foto in basso): quest’anno lo proporrà su veicoli Ferrari, Honda, Hyundai, Mercedes e Volvo, e in futuro anche su BMW, Audi, Citroën, Peugeot, Ford, Jaguar, Land Rover, Kia, Mitsubishi, Opel, Subaru, Suzuki e Toyota. C’è da aspettarsi, però, che nessun costruttore voglia limitare la sua clientela ai possessori di un certo tipo di cellulare e che, col passare dei mesi, tutti si attrezzeranno per proporre entrambe le interfacce.

AH-Google-IO-2014-311-of-18-Android-Auto-Logo

L’interesse di Google per le auto, comunque, va oltre la telefonia e l’infotainment automobilistico. Android Auto garantirà innanzitutto la fedeltà degli utenti Android, e dunque permetterà al sistema operativo di mantenere la supremazia nel mondo mobile: visto che cellulari e tablet si cambiano molto più spesso dell’auto, Google invoglierà chi possiede una macchina con Android Auto a restare su un cellulare Android, piuttosto che passare ad un (almeno per ora) incompatibile iPhone. Inoltre, “big G” potrà raccogliere dati sul nostro modo di guidare, scegliere percorsi, utilizzare navigatori e musica in streaming. Una gigantesca mole di informazioni che milioni di dispositivi Android potrebbero raccogliere direttamente sulla strada per facilitare l’azienda californiana nella progettazione della sua Google car a guida autonoma.

Fonte articolo: Il fatto quotidiano 

Arduino TRE – cosa ci aspetta?

Nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBoard.org, Arduino TRE apre il via alla terza generazione di queste fantastiche schede per il physical computing.

arduinoTre

Grazie al processore della Texas Instrument Sitara AM335x da 1GHz, tutti gli appassionati di Arduino avranno a disposizione una scheda con prestazioni eccezionali (promettono prestazioni 100 volte superiori ad Arduino UNO e Arduino Leonardo).

Ma non è tutto, Arduino TRE sarà in grado, proprio grazie a queste sue nuove caratteristiche, di far girare al suo interno un sistema operativo Linux completo (a differenza di Arduino YUN che contiene una variante leggera OpenWRT di Linux) aprendo così la strada allo sviluppo di applicazioni avanzate Linux-powered.

Oltre a quattro prese USB (una presa doppia sul lato sinistro e una presa doppia sul lato destro ed una ulteriore MicroUSB, sono presenti due porte Audio IN/OUT, la classica presa Ethernet ed infine una presa HDMI (risoluzione 1920×1080) per connettere direttamente la scheda ad un monitor o alla TV.

Mentre per quanto riguarda il chipset nella scheda è presente, oltre al nuovo processore Sitara AM3359, anche un processore ATmega32u4.

Infatti come è stato già evidenziato durante alcune presentazioni del prodotto, possiamo considerare Arduino TRE come due schede in una. Una scheda con il processore ARM Cortex-A8 based Sitara AM335x su cui eseguire le applicazioni Linux e gestire le interfacce di un computer SBC Single Board Computer (video, audio, USB, Ethernet, ecc) e una scheda con un microcontrollore ATMEL ATmega che si occupa del mondo reale ( I/O digitali e analogici, PWM outputs, sensor shields, ecc.).

6404.TRE_hardware_features

Specifiche Tecniche

  • Processor Texas Instrument Sitara AM335x ARM Cortex-A8
  • Clock Speed: 1Ghz
  • SRAM: DDR3L 512Mb RAM
  • Networking: Ethernet 10/100
  • USB: 1 USB 2.0 device port, 4 USB 2.0 host port
  • Video: HDMI (1920×1080)
  • Audio: HDMI, stereo analog audio input e output
  • Digital I/O pins (3.3V Logic): 12
  • PWM Channels (3.3V Logic): 4
  • MicroSD Card: Yes
  • LCD Expansion Connector: Yes
  • CAN on expansion Connector: Yes
  • Microcontroller: Atmel ATmega32u4
  • Clock Speed: 16MHz
  • Flash Memory: 32Kb
  • SRAM: 2.5Kb
  • EEPROM: 1Kb
  • Digital I/O Pins (5V logic): 14
  • PWM Channels (5V logic): 7
  • Analog Input Channels: 6 (plus 6 multiplexed on 6 digital pins)

Per concludere abbiamo parlato che è nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBone.org. In effetti possiamo notare che la scheda BeagleBone Black ha come caratteristiche proprio le particolarità aggiunte ad un Arduino Leonardo per ottenere un Arduino TRE. Quindi per rafforzare il concetto di due schede in una:

ArduinoTRE_dueinuno

Che dire? Non ci resta che aspettare…

Pocket Printer, la mini stampante da tenere sul palmo della mano

Portabilità, parola d’ordine da più di dieci anni a questa parte; sono ormai lontani i tempi in cui l’utente doveva per forza star seduto ad una scrivania per navigare, scaricare o scrivere mail. Grazie a dispositivi sempre più leggeri, potenti e portatili quali smartphone e tablet,  è possibile eseguire tutte le operazioni possibili in mobilità. Unico neo che affligge ancora gli utenti di tutto il globo è la stampa in mobilità, infatti risulta ancora difficile portarsi dietro una stampante e stampare all’occorrenza i propri documenti; ma grazie all’idea di un team, gli Zuta Labs, presto questo sarà possibile.

Pocket Printer, il nome di questa meraviglia teconologica che Zuta Labs vuole lanciare in commercio, l’obiettivo finale da raggiungere su Kickstarter per iniziare a produrre questa stampante portatile è quello di raggiungere 400,000 dollari ed attualmente il progetto ha già ottenuto quasi 310.000 dollari.

La Pocket Printer funziona a batterie ed è in grado di stampare fino a 1000 pagine, così a rivelato il team di sviluppo, dimensioni ridottissime, circa 10 cm per 10 cm, e con un peso di 300 grammi, questa stampante portatile abbatterà del tutto le difficoltà di stampa in mobilità!
[youtube id=”6dv2sLNikI4″ mode=”normal”]

Kano, costruirsi il proprio PC in 120 Secondi – i mille usi di una Raspberry

La Raspberry PI è una single-board computer, un mini-pc economico implementato su una sola scheda elettronica per capirci, che ha riscosso molto successo dal suo lancio al pubblico avvenuto nel “lontano” febbraio 2012!  Da “allora” ad oggi sono state milioni le idee e le applicazioni implementate e sviluppate da persone, nerd, geek, ingegneri, sviluppatori, architetti e hobbisti di tutto il globo. Fra le infinite idee e risorse implementabili che si possono trovare in rete, ne abbiamo trovata una che ci ha davvero incuriosito; parliamo di “KANO” un progetto dal design semplice, sobrio e affascinante! L’idea è una sola, montare il vostro PC in meno di 120 secondi, ad un prezzo piccino piccino! Questa la magia dell’open source, il limite la fantasia! 🙂

[youtube id=”iNc6NRX2JG4″ mode=”normal”]

 

Il display mutaforma del MIT – controllare fisicamente a distanza non è più fantascienza!

Eh già il titolo parla chiaro, avete proprio letto bene. Il MIT ha presentato il suo “Shape Dynamic Display” un display che può cambiare forma fisica renderizzando contenuti in 3D. Il display denominato inFORM è composto da una grande superficie collegata in cima ad una serie di perni, attuatori e collegamenti. Spostando ogni attuatore inFORM può muovere il pin collegato in alto o in basso, consentendo una vasta gamma di interazioni.

Nel video ufficiale di presentazione pubblicato dal MIT, viene mostrata la tabella di spostamento di una palla, viene sfogliato un libro, visualizzati dei grafici 3D; inFORM viene addirittura utilizzata come modulo di notifica per smartphone. Il MIT crede che in un futuro vicinissimo le applicazioni di questo progetto saranno milioni, a momento i limiti all’utilizzo di questa tecnologia potrebbero essere solamente economici, ma a breve chi lo sa? 😉

[vimeo id=”79179138″ mode=”normal” align=”center”]