Elettronica – Audio HIFI

dal 1978 a Vittoria RG

Lista nozze hifi #altafedeltà

#Altafedeltà è il nostro nuovo servizio dedicato agli sposi e alle loro liste nozze.

Affidati a noi per realizzare la tua lista nozze dedicata al multimedia, all’home cinema o all’hifi.

Scegliere tra centinai di soluzioni sarà molto semplice, grazie al nostro catalogo e ai nostri consigli, otterrete l’impianto audio/video che avete sempre desiderato.

 

9
3
4
Sistema hifi
8
7
5
6
#altafedeltà
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

 

Anche il sistema hifi è un complemento d’arredo, e come tale deve essere adeguato al design della vostra abitazione. Scegliere le finiture e il prodotto giusto vi garantirà un risultato ottimale e di gran effetto, sia estetico che acustico.

Altro importante fattore da non sottovalutare, la corretta installazione dell’impianto. Tra i nostri servizi offerti agli sposi, abbiamo anche inserito l’installazione  e la configurazione del vostro impianto hifi o del vostro home cinema. Per la vostra lista nozze non lasciate nulla al caso, affidatevi a noi, realizzeremo il vostro impianto audio dei sogni.

Diffusori, Giradischi, mobili hifi, questi sono solo alcuni dei prodotti che potete scegliere per la vostra lista; Un catalogo ricco di finiture e decine di combinazioni vi permetteranno di scegliere il design unico e invidiabile del vostro impianto home audio.

Inoltre scegliendo i prodotti da mettere in lista semplificherete la vita ai vostri invitati che non dovranno pensare a nulla, godetevi il vostro matrimonio, all’audio ci pensiamo noi!

Per informazioni, puoi contattarci telefonicamente +39 0932 981519, via email info@electrosoundmangione.it oppure potete venire a trovarci in Via Cavour 338A. Vi aspettiamo! #altafedeltà

Saldatore a stagno quale acquistare

Saldatore a stagno! Quale scegliere?

Il saldatore a stagno, strumento indispensabile per ogni appassionato, professionista e hobbysta di elettronica, ne esistono decine se non centinaia di modelli in commercio ma quasi sempre ci si confonde sull’acquisto di quello o dell’altro modello. In questo articolo vogliamo illustrarti le caratteristiche dei principali modelli proposti nel nostro shop on line che puoi trovare al seguente indirizzo – Saldatori a stagno e accessori.

La regola

La prima regola da tenere in considerazione quando si acquista un saldatore a stagno o una stazione saldante è senza dubbio la facilità nel reperire i ricambi. Punte per saldatore a stagno di varie misure e dimensioni, stilo di ricambio per stazioni saldanti, pistole di ricambio per dissaldanti e qualsiasi altro accessorio deve essere facilmente reperibile. Ricambi e accessori per i nostri saldatori a stagno sono quasi sempre disponibili per garantirvi un utilizzo continuo dello stesso.

Il saldatore per iniziare

Tra le soluzioni migliori per iniziare a saldare a stagno segnaliamo il saldatore più amato e più richiesto dai nostri clienti, il mitico

saldatore a stagno rapido MKC WS200N

WS200N della MKC saldatore a stagno robusto e dalle buone prestazioni, rapporto qualità prezzo ineguagliabile. A meno di 5€ è possibile acquistare un prodotto affidabile che vi permetterà di lavorare in maniera rapida.

Altra soluzione potrebbe essere l’MKC723 saldatore a stagno rapido a forma di pistola con potenza variabile 25/130W. Se poi vi manca proprio tutto e volete acquistare un kit completo di saldatore a stagno, stagno, porta saldatore, punta di ricambio e pasta salda allora l’hobby kit  per saldatura WS920A MKC è la giusta scelta.

Per saldature grossolane e difficoltose uno stilo dissaldante da 100W è quello che ti ci vuole per portare a termine il tuo lavoro, dai un occhiata al DM-401

Stazione saldante SI o NO?

La stazione saldante, elemento indispensabile per allestire un laboratorio di elettronica, se utilizzi prevalentemente il saldatore in casa e non hai bisogno di portabilità una piccola/media stazione saldante è proprio quello di cui hai bisogno. Grazie alla possibilità di gestione delle temperatura le stazioni dissaldanti permettono saldature a temperature variabili. Ne esistono di economiche e di ultra professionali.stazione saldante lead free mkc-8916 Tra i modelli più economici ma non di bassa qualità segnaliamo la WS98 MKC ottima stazione saldante low cost, consigliata agli amatori che fanno saldature standard ma che cercano un certo target qualitativo. Per i professionisti, elettrauti, installatori, elettricisti consigliamo due stazioni saldati digitali dal rapporto qualità prezzo imbattibile, WS931 MKC e WS937 MKC.

Se cerchi una stazione LEAD FREE saldante e dissaldante per saldature a stagno su cellulari o schede in SMD allora le nuovissime MKC-8913 ed MKC-8915 sono proprio quello che ti serve.

Perché non riesco a saldare?

“Ho comprato il saldatore nuovo ma non riesco a saldare”, “lo stagno cade, non si attacca e fa i pallini”, “mi serve la pasta salda?”.

Queste sono alcune tra le più comuni domande che puntualmente mi ritrovo ad ascoltare, purtroppo non è solo un buon saldatore che può fare la differenza nella saldatura, anche lo stagno e la pulizia della punta incidono tantissimo. Acquistare stagno e prodotti di qualità per le tue saldature dovrebbe essere buona norma, sia per un discorso di salute, i fumi degli stagni sono tossici, che per un discorso prettamente qualitativo. Utilizzare stagno di bassa qualità potrebbe farvi imbattere nel fenomeno delle saldature fredde e dei falsi contatti.

 

Conclusioni

Scegli un buon saldatore a stagno, se hai la possibilità spendi qualcosina in più e corredalo degli accessori giusti per le tue esigenze. Un detto siciliano dice “i stigghi fanu u mastru” (gli attrezzi fanno il professionista), affidarsi a prodotti di buona qualità si rivela sempre la scelta giusta.

Se ti è piaciuto l’articolo puoi commentarlo e/o condividerlo. Grazie per la lettura.

Il nuovo portale della filodiffusione

impiantofilodiffusione.it è il nuovo portale della filodiffusione

impiantofilodiffusione.it - home page

impiantofilodiffusione.it – home page

è questo il nome del nuovo negozio online dedicato al mondo della filodiffusione; Il portale, di nostra proprietà, nasce per fornire un assistenza alla vendita e all’istallazione sul mondo della filodiffusione.

Su impiantofilodiffusione.it, il nuovo portale della filodiffusione, potrai trovare tantissime soluzioni per la tua diffusione musicale, chiedere supporto e/o assistenza all’installazione del tuo impianto, trovare guide e aggiornamenti relativi al mondo della musica e alla sua diffusione.

Lo store è diviso infatti in due sezioni, una prima sezione dedicata alla vendita di Amplificatori, Diffusori, Kit di filodiffusione, Microfoni, Cavi audio e Accessori e un’altra sezione Blog ricca di notizie e guide che ti aiuteranno a saperne di più sul mondo della filodiffusione.

Acquista impianto audio di filodiffusione, amplificatori audio e diffusori su impiantofilodiffusione.it

impiantofilodiffusione.it – shop page

Una nuova possibilità che abbiamo implementato in questi anni e che continueremo a migliorare è la realizzazione di impianti di filodiffusione ad-hoc, su misura.

Molte volte la realizzazione di un sistema di filodiffusione musicale non risulta tanto semplice, proprio per questo inviando una mail all’indirizzo domande@impiantofilodiffusione.it con allegato foto o planimetria dei tuoi ambienti, provvederemo alla progettazione del tuo impianto di filodiffusione in base alle esigenze dell’ambiente in cui esso verrà collocato.

L’impegno e l’esperienza acquisita in più di quarant’anni fanno di impiantofilodiffusione.it un portale ricco di contenuti e prodotti all’avanguardia, validi, garantiti e sempre aggiornati. Dall’idea di creare un pacchetto completo per gli utenti che si accingono all’acquisto di un impianto di filodiffusione, sono nati i nostri Kit di filodiffusione, completi di tutto e pronti per essere installati. Ogni Kit viene fornito di istruzioni per l’installazione in modo da rendere molto semplice la messa in funzione dell’impianto. Scegli tra Kit ROCK, Kit POP, Kit DISCO e tanti altri, il sistema per la tua filodiffusione già pronto a suonare la tua musica.

Kit impianti audio filodiffusione

Filodiffusione, l’Impianto per la tua attività commerciale

Allestire un negozio un bar o un’attività commerciale non è un gioco da ragazzi, bisogna tenere in considerazione l’illuminazione, la sicurezza ma anche e sopratutto il corretto impianto di filodiffusione . Scopri con quali prodotti realizzare un impianto di filodiffusione a norma per  la vostra attività commerciale, sia essa un negozio, un bar, un ristorante o un piccolo negozio di caramelle.

(altro…)

L’ADSL senza fili di Arpanet

logotypeArpanet, l’ADSL senza fili a Vittoria

Oggigiorno sono miriadi le possibilità per poter fruire dei servizi internet, contratti di reti ADSL ce ne stanno proprio tanti; Con canone e senza canone, con le chiamate incluse o meno, con servizio o disservizio,  con poco zucchero e tanto sale e così via. L’aumentare della richiesta di linee telematiche per fruire di internet e di tutti i servizi ad esso associati a fatto si che negli ultimi anni siano entrati nel mercato delle telecomunicazioni ache nuove realtà,  piccoli o medi fornitori di servizi ADSL, radicati nei territori di province e comuni, un esempio di queste realtà sul nostro territorio (Vittoria – Acate – Comiso e frazioni limitrofe) è Arpanet telecomunicazioni. Nuova realtà nata ad Acate (RG), si propone da subito come nuovo servizio per connettersi senza fili alla velocità di una classica ADSL via cavo. Dal momento in cui vi scrivo esistono due tipologie di contratti consumer, la BASIC da 7Mbps e la ULTTRA da 20Mbps o la possibilità di personalizzare la propria fornitura ADSL con Arpanet telecomunicazioni.

Deciso a cambiare servizio ADSL mi sono convinto a provare il servizio offerto da Arpanet attivando un contratto flat a 7 Mbps attualmente in promozione a € 15.00 al mese. Il servizio mi ha da subito attratto, in primo luogo per il prezzo, ma anche perché non prevede nessun obbligo di linea fissa e nessun canone da parte del cliente, inoltre abbandonare la signora Telecom era ormai divenuta una necessità, contratti dai prezzi troppo elevati per uno come me che utilizza l’ADSL a casa soltanto la sera e che non fa uso di telefono fisso in casa, pagare 49,00€ al mese era veramente diventato disumano.

12832411_768165659950201_1454544686871617467_nPrenotarsi per l’attivazione e la prima installazione è stato veramente semplice, chiamando il numero verde 800 166 309 mi sono prenotato e a distanza di 3 giorni lavorativi la mia ADSL è stata subito attivata; Infatti non appena i tecnici hanno finito di installare l’antenna e posizionare il router, dopo una breve verifica di copertura e taratura dell’antenna il servizio era pronto per essere utilizzato. Il puntamento dell’antenna, a detta dei tecnici, è avvenuto in maniera ottimale in quanto la zona di casa mia è pienamente coperta dal segnale Arpanet.

Il primo test di velocità della connessione parla chiaro, 7.98Mbps in download e 1,97Mbps in upload con un ping di 1 millisecondo, la mia prima reazione è stata: “niente male per un ADSL senza fili a 15 euro al mese”, ma il test della rete era appena iniziato.

Navigazione generale

Le prestazioni generali del servizio sono da considerarsi veramente ottime, fluida la navigazione sia da PC che da Smartphone, il caricamento delle pagine avviene in pochissimi secondi anche in pagine dall’elevata quantità di dati come Facebook o YouTube. Formidabile oltretutto la stabilità del segnale, sia in condizioni impervie (vento a 55Km/h, pioggia e temporali), che in condizioni ottimali con elevate temperature (25°/30° centigradi). VOTO 4/5

Visione di film in Streaming e YouTube

Uno di quei test che mi ha lasciato pienamente soddisfatto è stata la visione dei video YouTube in full HD tutta d’un fiato, come se fossi attaccato alla mia alice Business da 20Mbps; Cerchi il video, vai di play e nulla si ferma, nessun rallentamento nel caricamento del video, MERAVIGLIOSO.

Non sono mai stato un amante di film in streaming, al dire il vero odio vedere film in streaming, sia per una questione di qualità audio/video che per una questione di “inceppamenti” durante la visione, ma ho comunque avuto modo di testare l’ADSL Arpanet anche con quest’ultimo servizio. Leggeri rallentamenti si sono verificati solamente all’inizio della riproduzione, dopo circa 10/15 secondi il film ha iniziato la sua riproduzione in maniera fluida e senza batter ciglio. VOTO 5/5

Download e Upload di file

Ho provato a scaricare e uplodare file di grandi dimensioni (file ISO da 3/5 GB), mentre la velocità di Download è arrivata a toccare 1.1Mbps, quasi dimenticavo di stare su un’ADSL senza fili, Uplodando un file .iso da 3.43GB su un server remoto via client FTP siamo andati lisci come l’olio, in circa 16 minuti l’operazione era già stata eseguita, con una velocità che ha toccato picchi di 0,890Mbps. VOTO 5/5

Impressioni generali

Considerando i costi di prima installazione (100 € tra antenna, cavo e router) e l’anticipo di due mesi di navigazione (30€ per i primi due mesi) l’ADSL di Arpanet si è rilevata una soluzione veramente valida per avere connessione internet in casa spendendo veramente poco senza pagare canone e senza limiti di tempo. La consiglio a tutti quelli che hanno necessità di una linea ADSL low cost, facile da installare e affidabile a Vittoria e nelle zone di copertura de servizio, che a quanto dicono dovrebbe coprire pienamente il territorio di ACATE e VITTORIA.

Arpanet Telecomunicazioni si trova ad ACATE in Corso Indipendenza, 119 – Numero Verde 800 166 309 – info@arpanetitalia.com – arpanetitalia.com

Arpanet ADSL a 15€ al mese

 

Apple Watch a Milano.

Apple-Watch-display-Salone-Del-Mobile-Design-photo-001[1]Sempre più imminente l’arrivo dello smartwatch di Cupertino che si inserisce, come fiore all’occhiello, nel recente salone del mobile di Milano ospitato nel ristorante di Cracco. Apple, arredamento e cucina.

customizability_bottom_large

Jony Ive, Senior Vice President Design di Apple presenta, a milano, l’anteprima di Apple Watch sottolineando il legame con una estetica ricercata e una funzionalità essenziale, cosa che l’accomuna a un buon prodotto di design come può essere un elemento d’arredo.

I “commensali” hanno potuto “assaggiare” con mano l’indossabile di Apple, che ha messo su banco di prova le 3 versioni del device, compresa la Gold Edition da 17mila euro circa.

Tantissimi gli apprezzamenti riguardo peso, estetica e qualità.

Per approfondimenti:  http://electrosoundmangione.it/?s=apple+watch

 

Architetture ad assetto variabile e packaging.

Architetture ad assetto variabile

I ricercatori dell’università IAAC di Barcellona in Spagna stanno sperimentando strutture auto-determinanti tecnicamente “ad assetto variabile” capaci cioè di adattarsi a situazioni sempre diverse. Tali strutture sono basate su moduli triangolari legati da nodi basati su un polimero capace di memorizzare una forma definita. La lega metallica  alla temperatura di 62 gradi celsius “ammorbidisce” i nodi per il tempo necessario alla modificazione della forma per poi raffreddarsi e quindi “indurirsi” e ristabilire la rigidità. La struttura ricorda quella degli origami, passatempo preferito da grandi e piccoli nel Sol Levante, versatile e pratica nella costruzione di particolari superfici anche in architettura. Vi lascio al video (fonte euronews):

[iframe id=”http://it.euronews.com/embed/289814/” align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”698″]

Ecco qualche link:

http://it.wikipedia.org/wiki/Assetto_variabile

http://it.wikipedia.org/wiki/Lega_a_memoria_di_forma

Official site: http://www.iaac.net/

 Universal Packaging System “UPACKS”

ups

Ecco quello che hanno creato i tipi di Yanko Design, un design funzionale e intelligente, in ambito packaging, con un richiamo alle tecniche origami unite a tecnologie avanzate, un sistema modulare a base triangolare in grado di fornire versatilità e risparmio sia economico che spaziale. L’evoluzione della filosofia Ikea, con i suoi pacchi piatti, per tutto. O quasi.

Designer: Patrick Sung

Official site: http://www.yankodesign.com/2010/04/20/ups-universal-packaging-system-recyclable-corrugated-cardboard-sheet-by-patrick-sung/

Microsoft HoloLens, “realtà aumentata” da Redmond.

microsoft-hololens-183549Ed ecco la novità in casa Microsoft, HoloLens. Un visore per gli ologrammi, “antenato etimologico” di realtà aumentata, progettato in quel di Redmond per il mercato consumer. Creativi, video giocatori e addetti ai lavori fatevi avanti! Microsoft ha bisogno di sviluppatori, volenterosi e “volontari”!

HoloLens

9k-1-1 Microsoft HoloLens presentato, insieme ad altre novità, al keynote del 11-1-15 da Microsoft viene annunciato come un device che è già realtà. La definizione “lente olografica” è in realtà un espediente per slegarsi da quel filone aperto da Google con i suoi Google Glass e la realtà aumentata. Ad essere più precisi il visore di Microsoft viene presentato come capace di “leggere” gli ologrammi proprio per la funzione adattiva a qualunque superfice, oggetto o situazione. Insieme al visore sono stati presentati diversi elementi che comporranno il panorama Windows. Il sistema “Continuum” che rende uniformemente adattabile un sistema troppo frammentato in passato, Windows 10 per smartphone con alcune novità su centro notifiche e interfaccia, le app universali come “Collection” “Calendario” “Mail” e nello specifico di XBOX con una nuova app dedicata. Surface Hub dedicato ai creativi e alle aziende per il lavoro in gruppo. E naturalmente Cortana.

futuro touch-less

z-3-1 Microsoft innova. Lo fa con grandi aspettative e sorprendendo un pubblico oramai scettico riguardo alcune scelte fatte in passato. La sua missione, o quella delle major tecnologiche, è l’annullamento delle interfacce fisiche a beneficio di un approccio quasi totalmente libero e senza l’uso di input tradizionali. Il touch-less è la nuova frontiera che Microsoft ha oltrepassato, almeno concettualmente, richiamando l’attenzione di sviluppatori e un mercato consumer forse non ancora pronto.

come funziona

microsoft-hololens-2 Microsoft HoloLens is the first holographic computer running Windows 10. It is completely untethered – no wires, phones, or connection to a PC needed. Microsoft HoloLens allows you to pin holograms in your physical environment and provides a new way to see your world. Gli ologrammi di Microsoft HoloLens sono già compatibili con Windows 10, non ci sono fili né connessioni per interfacciarsi ad un terminale.Il resto è messaggio pubblicitario.

Microsoft HoloLens features see-through, holographic, high-definition lenses and spatial sound so you can see and hear holograms in the world around you. Complete with advanced sensors and a new Holographic Processing Unit (HPU) that understands the world around you, Microsoft HoloLens is able to run without any wires while processing terabytes of data from the sensors in real-time.

Microsoft HoloLens è dotato di lenti olografiche trasparenti ad alta definizione e suono ambientale in modo da rendere immersivi gli ologrammi che ti circondano. Dotato di sensori avanzati, un sistema di nuova generazione su chip e una Holographic Processing Unit (HPU, Unità di elaborazione olografica) completamente nuova in grado di comprendere le azioni e il mondo circostante, Microsoft HoloLens può funzionare senza cavi durante l’elaborazione di terabyte di dati riceduti dai sensori in tempo reale. Inserendo ologrammi tridimensionali nel mondo circostante, Microsoft HoloLens fornisce una nuova visione della realtà in grado di distinguere ciò che si sta osservando e dicendo con le mani e la voce. Posizionando la persona al centro dell’esperienza informatica, Microsoft HoloLens consente di creare, accedere a informazioni, divertirsi e comunicare in modi nuovi ed entusiasmanti.

the future of Microsoft

[youtube id=”aThCr0PsyuA” align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”698″]

Official Site: http://www.microsoft.com/microsoft-hololens/en-us

Cicret bracelet, wereable – addio smartphone?

côtes001

Nessuna vera innovazione a essere sinceri, questo wearable racchiude alcune delle tecnologie che sono presenti in altri device, la genialità sta proprio in questo. In fase concept, (un prototipo del braccialetto dovrebbe essere presentato nel giro di poche settimane) con l’obbiettivo di messa in commercio per giugno di quest’anno e tante buone speranze nel riuscire a emergere tra i fratelli maggiori del settore auguro buon anno ai ragazzi di Cicret! (e a tutti voi!)

addio smartphone?

Captura-de-pantalla-2014-11-30-13_21_35

Con Cicret bracelet si sostituisce effettivamente lo smartphone nell’uso quotidiano. Un concept questo, cui ambiscono tutti i device wearble, almeno in parte, per cui indossando un bracciale o uno smartwatch si delega la funzione di interfaccia con i nostri smartphone a schermi sempre più piccoli e poco pratici da usare (vedi le varie smartband). Il sistema che annuncia Cicret però sembra differente. Ciò che si vede nell’immagine sopra è sorprendente! E, premesso che potrebbe far venire alcuni dubbi, il meccanismo è semplice ed efficace.

proiezioni, ologrammi e fantasmi

piwee-cicret-bracelet-écran-2

Vediamo come funziona questo gioiellino wearable. Un micro proiettore proietta l’immagine dell’interfaccia (proietta ma non è un ologramma) dello smartphone sul vostro polso, trasformandolo di fatto in uno schermo touchscreen. Quando premete col vostro dito sull’interfaccia interrompete uno dei fasci di prossimità. Questi otto fasci, una volta interrotti, inviano l’informazione al processore presente nel braccialetto sapendo esattamente dove avete premuto. Oltre il microproiettore, i sensori di prossimità e il processore nel Cicret sono presenti un’accelerometro, memory card + rom, componente per la vibrazione, porta micro usb, Bluetooth, wifi, led, pulsante di scatto e batteria. Disponibile (all’uscita) in due versioni da 16 e 32 GB e 10 colori.

be colorful

piwee-cicret-bracelet-écran-4

I creatori hanno dato il via ad una raccolta fondi sul proprio sito, sono arrivati ad un esiguo 16 %, per auto finanziare il progetto e realizzare il primo prototipo di Cicret bracelet servono 700 mila euro. Le donazioni di un euro sono ben accette. Insomma un oggetto di design che unisce indossabilità e un certo insieme di innovazioni niente male ad un costo di 300 dollari (all’uscita). Vi lascio al video.

[youtube id=”9J7GpVQCfms” align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”698″]

Official site: http://www.cicret.com/wordpress/

 

 

Windows 10 for phone – Mix Wiew e le tile esplodono?

Senza titolo-1Ricordate le tile di Windows phone 7? Da quelle fino ad arrivare alle tile di 8.1 con annesse cartelle dinamiche? Bene, la notizia riguarda il comportamento delle (nome in codice?) “Mix Wiew” tile, in un futuro Windows 10 for phone. Vediamo di che si tratta.

nokia mclaren

Di questo dispositivo non abbiamo, ovviamente, fonti certe data la sua cancellazione. La caratteristica principale in fatto di schermata start di questo device era la possibilità di richiamare una certa funzione, Mix Wiew per l’appunto, semplicemente avvicinando il dito al display touch. Avvicinando, sottolineo, perché questo device era portatore di quella tecnologia tendente al touch-less. Il 3D touch (vedi articoli precedenti) di McLaren era una caratteristica principale, che abbandonato il progetto, ha lasciato in eredità la componente grafica a Windows 10 con le future live tile.

qualche anticipazione

zune_mixview-690x451

In questa famosa applicazione di nome Zune, un player musicale in sostanza, c’è un chiaro esempio di cosa, probabilmente, vedremo nelle nuove tile almeno a livello grafico. Una sorta di raggiera che mostrerebbe delle anteprime o dei contenuti aggiuntivi intorno a quella che è la principale tile dell’app. Il sistema Mix Wiew quindi si propone di accorciare i tempi morti che riguardano apertura e chiusura di applicativi per concretizzare (con una soluzione grafica) l’immediatezza che tutti gli utenti cercano nell’utilizzo delle loro app.

a3e55d6a-2e26-4aae-9882-5cea01e61e49

Anche in questa altra app, nota come Mix radio, troviamo un esempio “grafico” di Mix Wiew in cui la tile principale potrebbe essere “play me” e il resto funzioni complementari come la sezione playlist o riprodotti di recente o ancora store. Tutto ciò lo troviamo in forma statica ovviamente ma è il principio che appare simile al concept di Mix Wiew.

punto interrogativo ai rumors

image_new

Ecco un’immagine interessante di quello che potrebbe essere la bozza di un risultato finale. La live tile in questione è di Facebook e si nota, tutt’intorno a mo’ di raggiera, una serie di pulsanti e funzionalità aggiuntive (almeno rispetto al tradizionale concept di tile) con la possibilità di non aprire un’app e controllare il tutto dalla schermata start. Voglio fare un post e taggare qualcuno, aggiungere foto e geo-localizzazione? Bene, basterà premere in un certo modo sulla (da ora in poi) “Mix Wiew Tile” e posso gestire tutto da qui. Il concetto di tile dinamiche insomma diventa sempre più radicale nel sistema più usato (almeno in versione home) del mondo. Bill sarà contento di sapere che questa implementazione farà contenti tutti gli utenti di Windows 10 che, smartphone alla mano, non staccheranno più gli occhi da quella, vagamente ipnotica, schermata start!