Elettronica – Audio HIFI

dal 1978 a Vittoria RG

Saldatore a stagno quale acquistare

Saldatore a stagno! Quale scegliere?

Il saldatore a stagno, strumento indispensabile per ogni appassionato, professionista e hobbysta di elettronica, ne esistono decine se non centinaia di modelli in commercio ma quasi sempre ci si confonde sull’acquisto di quello o dell’altro modello. In questo articolo vogliamo illustrarti le caratteristiche dei principali modelli proposti nel nostro shop on line che puoi trovare al seguente indirizzo – Saldatori a stagno e accessori.

La regola

La prima regola da tenere in considerazione quando si acquista un saldatore a stagno o una stazione saldante è senza dubbio la facilità nel reperire i ricambi. Punte per saldatore a stagno di varie misure e dimensioni, stilo di ricambio per stazioni saldanti, pistole di ricambio per dissaldanti e qualsiasi altro accessorio deve essere facilmente reperibile. Ricambi e accessori per i nostri saldatori a stagno sono quasi sempre disponibili per garantirvi un utilizzo continuo dello stesso.

Il saldatore per iniziare

Tra le soluzioni migliori per iniziare a saldare a stagno segnaliamo il saldatore più amato e più richiesto dai nostri clienti, il mitico

saldatore a stagno rapido MKC WS200N

WS200N della MKC saldatore a stagno robusto e dalle buone prestazioni, rapporto qualità prezzo ineguagliabile. A meno di 5€ è possibile acquistare un prodotto affidabile che vi permetterà di lavorare in maniera rapida.

Altra soluzione potrebbe essere l’MKC723 saldatore a stagno rapido a forma di pistola con potenza variabile 25/130W. Se poi vi manca proprio tutto e volete acquistare un kit completo di saldatore a stagno, stagno, porta saldatore, punta di ricambio e pasta salda allora l’hobby kit  per saldatura è la giusta scelta.

Per saldature grossolane e difficoltose uno stilo dissaldante da 100W è quello che ti ci vuole per portare a termine il tuo lavoro, dai un occhiata al DM-401

Stazione saldante SI o NO?

La stazione saldante, elemento indispensabile per allestire un laboratorio di elettronica, se utilizzi prevalentemente il saldatore in casa e non hai bisogno di portabilità una piccola/media stazione saldante è proprio quello di cui hai bisogno. Grazie alla possibilità di gestione delle temperatura le stazioni dissaldanti permettono saldature a temperature variabili. Ne esistono di economiche e di ultra professionali.stazione saldante lead free mkc-8916 Tra i modelli più economici ma non di bassa qualità segnaliamo la WS98 MKC ottima stazione saldante low cost, consigliata agli amatori che fanno saldature standard ma che cercano un certo target qualitativo. Per i professionisti, elettrauti, installatori, elettricisti consigliamo due stazioni saldati digitali dal rapporto qualità prezzo imbattibile, WS931 MKC e WS937 MKC.

Se cerchi una stazione LEAD FREE saldante e dissaldante per saldature a stagno su cellulari o schede in SMD allora le nuovissime MKC-8916 ed MKC-8915 sono proprio quello che ti serve.

Perché non riesco a saldare?

“Ho comprato il saldatore nuovo ma non riesco a saldare”, “lo stagno cade, non si attacca e fa i pallini”, “mi serve la pasta salda?”.

Queste sono alcune tra le più comuni domande che puntualmente mi ritrovo ad ascoltare, purtroppo non è solo un buon saldatore che può fare la differenza nella saldatura, anche lo stagno e la pulizia della punta incidono tantissimo. Acquistare stagno e prodotti di qualità per le tue saldature dovrebbe essere buona norma, sia per un discorso di salute, i fumi degli stagni sono tossici, che per un discorso prettamente qualitativo. Utilizzare stagno di bassa qualità potrebbe farvi imbattere nel fenomeno delle saldature fredde e dei falsi contatti.

 

Conclusioni

Scegli un buon saldatore a stagno, se hai la possibilità spendi qualcosina in più e corredalo degli accessori giusti per le tue esigenze. Un detto siciliano dice “i stigghi fanu u mastru” (gli attrezzi fanno il professionista), affidarsi a prodotti di buona qualità si rivela sempre la scelta giusta.

Se ti è piaciuto l’articolo puoi commentarlo e/o condividerlo. Grazie per la lettura.

Filodiffusione, impianto di filodiffusione per negozio

Allestire un negozio un bar o un’attività commerciale non è un gioco da ragazzi, bisogna tenere in considerazione l’illuminazione, la sicurezza ma anche e sopratutto il corretto impianto di filodiffusione . Scopri con quali prodotti realizzare un impianto di filodiffusione a norma per  la vostra attività commerciale, sia essa un negozio, un bar, un ristorante o un piccolo negozio di caramelle.

(altro…)

Arduino TRE – cosa ci aspetta?

Nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBoard.org, Arduino TRE apre il via alla terza generazione di queste fantastiche schede per il physical computing.

arduinoTre

Grazie al processore della Texas Instrument Sitara AM335x da 1GHz, tutti gli appassionati di Arduino avranno a disposizione una scheda con prestazioni eccezionali (promettono prestazioni 100 volte superiori ad Arduino UNO e Arduino Leonardo).

Ma non è tutto, Arduino TRE sarà in grado, proprio grazie a queste sue nuove caratteristiche, di far girare al suo interno un sistema operativo Linux completo (a differenza di Arduino YUN che contiene una variante leggera OpenWRT di Linux) aprendo così la strada allo sviluppo di applicazioni avanzate Linux-powered.

Oltre a quattro prese USB (una presa doppia sul lato sinistro e una presa doppia sul lato destro ed una ulteriore MicroUSB, sono presenti due porte Audio IN/OUT, la classica presa Ethernet ed infine una presa HDMI (risoluzione 1920×1080) per connettere direttamente la scheda ad un monitor o alla TV.

Mentre per quanto riguarda il chipset nella scheda è presente, oltre al nuovo processore Sitara AM3359, anche un processore ATmega32u4.

Infatti come è stato già evidenziato durante alcune presentazioni del prodotto, possiamo considerare Arduino TRE come due schede in una. Una scheda con il processore ARM Cortex-A8 based Sitara AM335x su cui eseguire le applicazioni Linux e gestire le interfacce di un computer SBC Single Board Computer (video, audio, USB, Ethernet, ecc) e una scheda con un microcontrollore ATMEL ATmega che si occupa del mondo reale ( I/O digitali e analogici, PWM outputs, sensor shields, ecc.).

6404.TRE_hardware_features

Specifiche Tecniche

  • Processor Texas Instrument Sitara AM335x ARM Cortex-A8
  • Clock Speed: 1Ghz
  • SRAM: DDR3L 512Mb RAM
  • Networking: Ethernet 10/100
  • USB: 1 USB 2.0 device port, 4 USB 2.0 host port
  • Video: HDMI (1920×1080)
  • Audio: HDMI, stereo analog audio input e output
  • Digital I/O pins (3.3V Logic): 12
  • PWM Channels (3.3V Logic): 4
  • MicroSD Card: Yes
  • LCD Expansion Connector: Yes
  • CAN on expansion Connector: Yes
  • Microcontroller: Atmel ATmega32u4
  • Clock Speed: 16MHz
  • Flash Memory: 32Kb
  • SRAM: 2.5Kb
  • EEPROM: 1Kb
  • Digital I/O Pins (5V logic): 14
  • PWM Channels (5V logic): 7
  • Analog Input Channels: 6 (plus 6 multiplexed on 6 digital pins)

Per concludere abbiamo parlato che è nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBone.org. In effetti possiamo notare che la scheda BeagleBone Black ha come caratteristiche proprio le particolarità aggiunte ad un Arduino Leonardo per ottenere un Arduino TRE. Quindi per rafforzare il concetto di due schede in una:

ArduinoTRE_dueinuno

Che dire? Non ci resta che aspettare…

Kano, costruirsi il proprio PC in 120 Secondi – i mille usi di una Raspberry

La Raspberry PI è una single-board computer, un mini-pc economico implementato su una sola scheda elettronica per capirci, che ha riscosso molto successo dal suo lancio al pubblico avvenuto nel “lontano” febbraio 2012!  Da “allora” ad oggi sono state milioni le idee e le applicazioni implementate e sviluppate da persone, nerd, geek, ingegneri, sviluppatori, architetti e hobbisti di tutto il globo. Fra le infinite idee e risorse implementabili che si possono trovare in rete, ne abbiamo trovata una che ci ha davvero incuriosito; parliamo di “KANO” un progetto dal design semplice, sobrio e affascinante! L’idea è una sola, montare il vostro PC in meno di 120 secondi, ad un prezzo piccino piccino! Questa la magia dell’open source, il limite la fantasia! 🙂

[youtube id=”iNc6NRX2JG4″ mode=”normal”]

 

Intel Galileo: Scheda con SOC QUARK per ARDUINO

Intel e Arduino hanno annunciato un’interessante partnership che porterà la prima a donare 50.000 nuove schede madri Galileo con processore Intel Atom Quark compatibili col software di programmazione Arduino a diverse università in giro per il mondo. Saranno in vendita a 60 dollari.

Lo scorso mese all’IDF 2013 di San Francisco, Intel aveva presentato Quark, una nuova famiglia di Atom destinati all’impiego nel settore chiamato “Internet Delle Cose”. Durante la Maker Faire, evento dedicato ai “creativi digitali” in svolgimento a Roma, il chipmaker di Santa Clara e la Arduino LLC, hanno annunciato di aver raggiunto un importante accordo: il colosso californiano infatti ha presentato Galileo, la prima scheda madre equipaggiata con un SoC Quark totalmente compatibile col software di sviluppo Arduino. (altro…)

Arduino Yún – Con la testa sulle nuvole

[youtube id=kwHVeWADs2Y]

Ecco la grande novità del team di Arduino, da oggi disponibile per la vendita nella versione definitiva: Yún, una board che combina un microcontrollore Arduino con un processore in cui “gira” una speciale versione di Linux basata su OpenWRT più un modulo Wifi. Il tutto per rendere più semplice la connessione ai servizi web complessi direttamente da Arduino.

Una scheda perfetta per l’Internet delle Cose, per quel mondo sempre connesso che è alle porte. Non a caso Yún significa nuvola.

Se a tutto ciò aggiungiamo le librerie create ad hoc e la possibilità di accedere in maniera semplificata a numerosissime piattaforme web (da Facebook a Foursquare), anche stavolta il team Arduino ha centrato l’obbiettivo!

Rapsberry Pi – Installazione e primo utilizzo

La Raspberry Pi è un piccolo dispositivo (dalle dimensioni simili ad una carta di credito), progettata per la programmazione didattica, dotata di porte HDMI e USB. Dato che è possibile installare su di esso una versione minimalista di Linux, può essere usato quasi per qualsiasi progetto che non abbia bisogno di un processore particolarmente potente. Vediamola insieme nel mio primo utilizzo. (altro…)

Il laboratorio di Elettronica

Che siate degli hobbysti o dei professionisti è importante sapere Come deve essere un laboratorio di Elettronica e quali sono le attrezzature, i componenti e documenti principali che un progettista deve avere nel suo laboratorio!

(altro…)