Elettronica – Audio HIFI

dal 1978 a Vittoria RG

Myo – il wearable per eccellenza

myo_image_blackDimenticate mouse, tastiere e periferiche della serie kinect e simili. Prendete il dispositivo wearable di ThalmicLabs, l’ormai noto MYO e lasciatevi cullare da quella avveneristica sensazione di potere assoluto sulle macchine.

quando iron man è d’esempio

hero_arm_wave_right

Ricordate la scena futuristica, nel film sopra citato, in cui il protagonista progetta la sua armatura attraverso un sistema di gestures chiacchierando con l’assistente digitale di turno? Gestures rilevate da un terminale e tradotte in “azioni digitali”. Bene quel terminale rimarrà al proprio posto dato che con Myo potrete gestire la maggior parte delle funzioni con il vostro avanbraccio!

il futuro è presente

[youtube id=”oWu9TFJjHaM” align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”698″]

La doppia introduzione, necessaria solo a chi come me è ancora incredulo, è comunque utile a sottolineare un aspetto sostanziale del device. Se Myo avrà successo sconvolgerà totalmente l’uso che facciamo attualmente delle nostre tecnologie. Se n’è parlato in un articolo precedente (vedi firephone di amazon) di questa tendenza dei produttori ad assottigliare l’esperienza tattile e quindi fisica di interfaccia con un device, per sostituirla con una prettamente visiva e recettiva annullando di fatto l’interazione classica, quasi “analogica”, in una dinamica e innovativa ove l’azione corrisponde quasi a un automatismo fisiologico (vedi le gestures o il movimento del capo).

non solo muscoli

o-MYO-ARMBAND-facebook

Scopo di Thalmic, fondata nel 2012 da tre ex studenti dell’università di Waterloo, è cambiare il modo in cui le persone interagiscono con la tecnologia. Myo è un dispositivo wearable in grado di tradurre i segnali elettrici dei muscoli dell’avambraccio in comandi digitali con una tecnica chiamata elettromiografia. Esso capta le trasmissioni elettriche dei muscoli quando eseguono gesti. Quando girate o aprite una mano, o muovete le singole dita, una serie di impulsi elettrici percorrono il vostro avambraccio. Questi impulsi vengono rilevati e raccolti per comunicare a un software quale movimento o gesto avete espresso traducendosi in seguito in “azioni digitali”. In questo modo si è stilato un set di modelli  specifici e creato comandi digitali. Il sensore che rileva le gestures è dotato di una sorta di bio-feedback rendendolo capace di migliorarsi nella lettura dei movimenti. Inoltre, Myo vibra quando la persona completa un gesto riconoscibile: in questo modo anche gli utenti imparano  a comprenderne l’utilizzo. Questo avviene in tempo reale e gli usi a cui si può pensare sono infiniti.

Un controller per console, un dispositivo dedicato alla domotica, in ufficio per presentazioni o in campo di battaglia per comandare droni e simili.

per i developers

data-collection-banner

Il loro progetto riscuote successi e loro assicurano una compatibilità con i maggiori sistemi tra cui android, ios e windows. Mettono a disposizione un pacchetto che comprende il Myo in bianco o nero, 1 cavo usb standard, 1 adattatore Bluetooth per windows e mac e 10 clip per adattare Myo al vostro avanbraccio. Il tutto a 199.00 dollari americani.

Dimensioni e peso
Dimensione del braccio: espandibile tra circonferenza avambraccio 7.5-13 pollici (19-34 cm)
Peso: 93 grammi
Spessore: 0,45 pollici
Gestualità e movimento
gesti delle mani rilevati dai sensori di muscolo EMG proprietarie
sensore di movimento altamente sensibili

Hardware

Sensori
Sensori EMG in acciaio inox, altamente sensibili IMU nove assi contenente il giroscopio, accelerometro, magnetometro a tre assi
LED
Doppio indicatore LED
Processore
Processore M4 ARM Cortex
Feedback tattile
Breve, medio, lunghe vibrazioni

 

iPhone6 e Apple Watch.

progress_large

Se ne parla da mesi, finalmente è arrivato, in coppia al proprio wearable tech.

dove e come

Il mercato della “tecnologia indossabile” è aperto e le vetrine ancora da riempire, apple vi entra in tempo ma senza grosse novità con il suo Apple Watch. Compagno di viaggio il nuovo iphone 6 e la variante 6 plus che, in questo caso, introduce la società di cupertino alla competizione con le major, offrendo uno smartphone dalle dimensioni più generose e confrontandosi con molti phablet già in commercio.

ecco a voi “iPhone6”

Il display, multi-tuoch da 4,7 e 5,5 pollici per uno spessore di rispettivamente 6,9 mm e 7,1mm. Nuova fotocamera iSight da 8MP con Focus Pixels  sistema operativo iOS 8. Teconologia 4g LTE  e batteria due volte più potente rispetto a quella del 5 s, 19 ore di autonomia rispetto alle vecchie 10. Ritorna il touch-id. Finora specifiche di adeguamento, le novità risiedono nell’ app apple-pay, in coppia alla tecnologia NFC compatibile solo con la suddetta app etc. Apple r-innova.hero_large

ci siamo “Apple Watch”

Display da 1.3 e 1,5 pollici. Tre varianti Apple Watch, Apple Watch Sport, e Apple Watch Edition, quest’ultimo con cassa in oro 18 carati. Messaggi, telefono, mappe. Siri è integrata. Un pacchetto Fitness tracker completo di tutti i sensori utili. La digital crown, ispirata agli orologi analogici offre un nuovo tipo di interazione. Retro compatibile, esclusi 4s e 4. La funzione “glances” (sguardi) permette una rapida visualizzazione delle informazioni. Ricarica wirless etc. Certe funzioni riproposte in chiave Apple.

customizability_bottom_large

sostanzialmente

Apple è sinonimo di design, la mission è raggiungere un target di fascia medio-alta che apprezzi l’eleganza e la semplicità. Nelle ultime mosse però, vedi iphone5c fascia economica per gli standard apple, la scelta, nell’utilizzo di materiali “poveri” come il policarbonato e le molte varianti cromatiche, è sinonimo di evoluzione dell’offerta che il CEO Tim Cook trasmette all’attuale apple watch con tutte le possibili combinazioni a disposizione, dai materiale ai colori.

novità in casa

Apple quindi fa il suo gioco, gettando le fondamenta per un gadget che vede già altri protagonisti sul mercato. Il parco della tecnologia indossabile si compone di diversi modelli e marchi, con funzionalità organizer o fitness. Apple Watch si colloca nel proprio settore,  ovvero quello del gadget raffinato e funzionale pronto a diventare un oggetto di culto, economicamente, abbordabile. Prezzo base 349 dollari.

[youtube id=”ktujsc4ZUTo&list=PLHFlHpPjgk73J6C3PHUrDntzy6TQxBh44″ align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”698″]

 

iOS7 – cosa fare prima di installarlo nei nostri device

Strana coincidenza ma iOS 7, il nuovo sistema operativo di Apple, è stato reso disponibile in Italia dalle ore 19. Le sette insomma. Tante le novità a partire da una grafica minimalista con finestre traslucide e app più semplici, caratteri più netti che rendono più fluida la navigazione dei menù. Ma come passare al nuovo sistema? Iniziamo col dire che i possessori di iPhone 4 o iPad 2 dovrebbero ponderare con attenzione l’ipotesi di aggiornare i loro dispositivi: è possibile che ci siano rallentamenti sostanziali. Ma anche i modelli 4S e iPad 3 potrebbero soffrire un po’. (altro…)

Nuovo iPhone 5S e 5C – Poche ore al lancio del nuovo device!

Poche ore al lancio dei nuovi device di casa Apple, le statistiche dichiarano che circa la metà degli utenti iPhone in Italia sarà pronta ad acquistare i due nuovissimi modelli che mamma Apple presenterà oggi 10 settembre alle ore 19.00 in Italia  nel suo portale.  I device dovrebbero essere proprio due, uno identificato come 5S, prenderà il posto dell’iPhone 5 come modello top di gamma. L’altro, ed è questa la vera novità dell’evento, si posizionerà in una fascia di mercato più “abbordabile”, affermazione azzardata per il mercato Italiano, e dovrebbe chiamarsi iPhone 5C. Dove la “C” starebbe per “Color”, visto che arriverà in più colori diversi. Insomma tra nuovi processori, nuovi materiali, memorie più grandi, sale e pepe in quantità; basterà aspettare solo poche ore per scoprire la verità! 🙂

A voi lo streaming video della presentazione.

[youtube id=EnVNJ8qS2Lo]