Elettronica – Audio HIFI

dal 1978 a Vittoria RG

Arduino TRE – cosa ci aspetta?

Nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBoard.org, Arduino TRE apre il via alla terza generazione di queste fantastiche schede per il physical computing.

arduinoTre

Grazie al processore della Texas Instrument Sitara AM335x da 1GHz, tutti gli appassionati di Arduino avranno a disposizione una scheda con prestazioni eccezionali (promettono prestazioni 100 volte superiori ad Arduino UNO e Arduino Leonardo).

Ma non è tutto, Arduino TRE sarà in grado, proprio grazie a queste sue nuove caratteristiche, di far girare al suo interno un sistema operativo Linux completo (a differenza di Arduino YUN che contiene una variante leggera OpenWRT di Linux) aprendo così la strada allo sviluppo di applicazioni avanzate Linux-powered.

Oltre a quattro prese USB (una presa doppia sul lato sinistro e una presa doppia sul lato destro ed una ulteriore MicroUSB, sono presenti due porte Audio IN/OUT, la classica presa Ethernet ed infine una presa HDMI (risoluzione 1920×1080) per connettere direttamente la scheda ad un monitor o alla TV.

Mentre per quanto riguarda il chipset nella scheda è presente, oltre al nuovo processore Sitara AM3359, anche un processore ATmega32u4.

Infatti come è stato già evidenziato durante alcune presentazioni del prodotto, possiamo considerare Arduino TRE come due schede in una. Una scheda con il processore ARM Cortex-A8 based Sitara AM335x su cui eseguire le applicazioni Linux e gestire le interfacce di un computer SBC Single Board Computer (video, audio, USB, Ethernet, ecc) e una scheda con un microcontrollore ATMEL ATmega che si occupa del mondo reale ( I/O digitali e analogici, PWM outputs, sensor shields, ecc.).

6404.TRE_hardware_features

Specifiche Tecniche

  • Processor Texas Instrument Sitara AM335x ARM Cortex-A8
  • Clock Speed: 1Ghz
  • SRAM: DDR3L 512Mb RAM
  • Networking: Ethernet 10/100
  • USB: 1 USB 2.0 device port, 4 USB 2.0 host port
  • Video: HDMI (1920×1080)
  • Audio: HDMI, stereo analog audio input e output
  • Digital I/O pins (3.3V Logic): 12
  • PWM Channels (3.3V Logic): 4
  • MicroSD Card: Yes
  • LCD Expansion Connector: Yes
  • CAN on expansion Connector: Yes
  • Microcontroller: Atmel ATmega32u4
  • Clock Speed: 16MHz
  • Flash Memory: 32Kb
  • SRAM: 2.5Kb
  • EEPROM: 1Kb
  • Digital I/O Pins (5V logic): 14
  • PWM Channels (5V logic): 7
  • Analog Input Channels: 6 (plus 6 multiplexed on 6 digital pins)

Per concludere abbiamo parlato che è nato dalla collaborazione tra Arduino e la BeagleBone.org. In effetti possiamo notare che la scheda BeagleBone Black ha come caratteristiche proprio le particolarità aggiunte ad un Arduino Leonardo per ottenere un Arduino TRE. Quindi per rafforzare il concetto di due schede in una:

ArduinoTRE_dueinuno

Che dire? Non ci resta che aspettare…

Kano, costruirsi il proprio PC in 120 Secondi – i mille usi di una Raspberry

La Raspberry PI è una single-board computer, un mini-pc economico implementato su una sola scheda elettronica per capirci, che ha riscosso molto successo dal suo lancio al pubblico avvenuto nel “lontano” febbraio 2012!  Da “allora” ad oggi sono state milioni le idee e le applicazioni implementate e sviluppate da persone, nerd, geek, ingegneri, sviluppatori, architetti e hobbisti di tutto il globo. Fra le infinite idee e risorse implementabili che si possono trovare in rete, ne abbiamo trovata una che ci ha davvero incuriosito; parliamo di “KANO” un progetto dal design semplice, sobrio e affascinante! L’idea è una sola, montare il vostro PC in meno di 120 secondi, ad un prezzo piccino piccino! Questa la magia dell’open source, il limite la fantasia! 🙂

[youtube id=”iNc6NRX2JG4″ mode=”normal”]

 

Il display mutaforma del MIT – controllare fisicamente a distanza non è più fantascienza!

Eh già il titolo parla chiaro, avete proprio letto bene. Il MIT ha presentato il suo “Shape Dynamic Display” un display che può cambiare forma fisica renderizzando contenuti in 3D. Il display denominato inFORM è composto da una grande superficie collegata in cima ad una serie di perni, attuatori e collegamenti. Spostando ogni attuatore inFORM può muovere il pin collegato in alto o in basso, consentendo una vasta gamma di interazioni.

Nel video ufficiale di presentazione pubblicato dal MIT, viene mostrata la tabella di spostamento di una palla, viene sfogliato un libro, visualizzati dei grafici 3D; inFORM viene addirittura utilizzata come modulo di notifica per smartphone. Il MIT crede che in un futuro vicinissimo le applicazioni di questo progetto saranno milioni, a momento i limiti all’utilizzo di questa tecnologia potrebbero essere solamente economici, ma a breve chi lo sa? 😉

[vimeo id=”79179138″ mode=”normal” align=”center”]

Intel Galileo: Scheda con SOC QUARK per ARDUINO

Intel e Arduino hanno annunciato un’interessante partnership che porterà la prima a donare 50.000 nuove schede madri Galileo con processore Intel Atom Quark compatibili col software di programmazione Arduino a diverse università in giro per il mondo. Saranno in vendita a 60 dollari.

Lo scorso mese all’IDF 2013 di San Francisco, Intel aveva presentato Quark, una nuova famiglia di Atom destinati all’impiego nel settore chiamato “Internet Delle Cose”. Durante la Maker Faire, evento dedicato ai “creativi digitali” in svolgimento a Roma, il chipmaker di Santa Clara e la Arduino LLC, hanno annunciato di aver raggiunto un importante accordo: il colosso californiano infatti ha presentato Galileo, la prima scheda madre equipaggiata con un SoC Quark totalmente compatibile col software di sviluppo Arduino. (altro…)

Arduino Yún – Con la testa sulle nuvole

[youtube id=kwHVeWADs2Y]

Ecco la grande novità del team di Arduino, da oggi disponibile per la vendita nella versione definitiva: Yún, una board che combina un microcontrollore Arduino con un processore in cui “gira” una speciale versione di Linux basata su OpenWRT più un modulo Wifi. Il tutto per rendere più semplice la connessione ai servizi web complessi direttamente da Arduino.

Una scheda perfetta per l’Internet delle Cose, per quel mondo sempre connesso che è alle porte. Non a caso Yún significa nuvola.

Se a tutto ciò aggiungiamo le librerie create ad hoc e la possibilità di accedere in maniera semplificata a numerosissime piattaforme web (da Facebook a Foursquare), anche stavolta il team Arduino ha centrato l’obbiettivo!

Rapsberry Pi – Installazione e primo utilizzo

La Raspberry Pi è un piccolo dispositivo (dalle dimensioni simili ad una carta di credito), progettata per la programmazione didattica, dotata di porte HDMI e USB. Dato che è possibile installare su di esso una versione minimalista di Linux, può essere usato quasi per qualsiasi progetto che non abbia bisogno di un processore particolarmente potente. Vediamola insieme nel mio primo utilizzo. (altro…)